Progetto

Il progetto Digital Smart Fluidics

La Call "Hub Ricerca e Innovazione" di Regione Lombardia del programma operativo regionale 2014-2020 ha promosso il progetto Digital Smart Fluidics presentato dalla capofila Fluid-o-Tech insieme all'Università di Pavia, la Fondazione I.R.C.C.S. Policlinico San Matteo e le aziende MC2, Sidam, PRIMA Lab.

Il Progetto prevede la realizzazione di una piattaforma fluidica standardizzata e abilitante per lo sviluppo di dispositivi e apparecchiature biomedicali per infusione ospedaliera e domiciliare, piattaforma che permetta il superamento dei limiti tecnologici imposti dai dispositivi esistenti.

L’innovazione proposta dal Progetto consiste nel superamento dello stato dell’arte delle apparecchiature biomedicali presenti sul mercato, ingombranti e costose, di complesso utilizzo e spesso non controllabili da remoto. Il Progetto svilupperà dispositivi e apparecchiature biomedicali per infusione ospedaliera e domiciliare favorendo un’assistenza clinica più precisa, personalizzata e tempestiva.

La piattaforma fluidica innovativa e di precisione si basa su tecnologie già in possesso delle aziende partner del Progetto e consentirà di realizzare componenti fluidici miniaturizzati, estremamente precisi ed affidabili, controllabili da remoto, totalmente silenziosi e con predisposizione per il monouso. In particolare, il controllo remoto favorirà lo sviluppo di dispositivi a supporto del monitoraggio e somministrazione di terapie parenterali ed enterali, nonché di somministrazione di farmaci, durante le pratiche cliniche ospedaliere e domiciliari negli ambiti terapeutici/assistenziali della degenza in reparto, nutrizione artificiale, chemioterapia e terapie nella fase di palliazione, rianimazione.

Lo studio parte con queste quattro applicazioni specifiche ma ambisce ad essere pilota nella realizzazione di componenti che definiscano una piattaforma di fluidica innovativa, con enormi potenzialità di sviluppo attraverso l'aggregazione di altre imprese specialistiche del territorio lombardo e altri attori del biomedicale per accelerare il processo di innovazione e le ricadute in campo biomedicale e industriale incidendo su un ampio bacino di utenti in Lombardia.

Il progetto Digital Smart Fluidics verrà realizzato in 30 mesi e coinvolgerà 69 persone e sarà guidato da realtà eccellenti della ricerca e della produzione industriale italiana.

Regione Lombardia - Open Innovation - Scheda progetto
DIGITAL SMART FLUIDICS FOR LIFE SCIENCE

Obiettivi del progetto

Realizzare una piattaforma tecnologica standardizzata e abilitante per lo sviluppo di dispositivi biomedicali per infusione ospedaliera e domiciliare.

Sviluppare dispositivi monitorati da remoto, estremamente precisi ed affidabili per cure sempre più personalizzate ed efficaci.

Migliorare la qualità di vita dei pazienti e l'efficacia delle cure personalizzate.


01

Impatto Economico

02

Impatto Sociale

03

Impatto Terapeutico

Fasi del progetto

Centro di competenza per la fluidica intelligente per il Life Science